Le Istruzioni del Mahamudra di Tilopa a Naropa in ventotto versi

Tilopa fu un mahasiddha indiano del Buddhismo Vajrayana e inventore del sistema di pratica spirituale noto come Mahamudra volto al conseguimento veloce dell’illuminazione. Viene considerato il primo patriarca della tradizione Kagyu (bKa’-rgyud) del Buddhismo tibetano e nove suoi libri sono conservati, tradotti, nel canone tibetano.  (Libera traduzione di Filippo Falzoni G. della versione Inglese di K. Dowman, riprodotta per gentile concessione).

tilopa

Omaggio agli ottantaquattro Mahasiddha, Omaggio al Mahamudra, Omaggio alla Vajra Dakini

I

Il Mahamudra non può essere insegnato,

ma, intelligente Naropa,

poiché hai attraversato l’austerità con sopportazione del dolore e devozione al tuo Guru,

(ovvero, poiché hai affrontato i dolori dell’esistenza rimanendo fedele al tuo Sé)

prendi a cuore questo insegnamento segreto.

 

Il Vuoto ha supporto in qualche luogo? Sopra che cosa riposa?

Come lo spazio Mahamudra non dipende da nulla.

Rilassati e stabilisciti nel continuum della purezza incontaminata.

E l’allentarsi dei legami e la liberazione sono certi.

 

Guardando intensamente il cielo vuoto le visioni cessano,

allo stesso modo quando la mente guarda dentro se stessa

il treno dei pensieri concettuali e discorsivi si ferma

e la suprema illuminazione è raggiunta.

 

Come la nebbia del mattino si dissolve nell’aria sottile,

non va da nessuna parte ma cessa d’esistere,

così, quando riconosci la vera natura della tua mente

le onde della concettualizzazione e tutte le creazioni mentali si dissolvono.

 

Lo spazio puro non ha né colore ne forma

E non può essere macchiato né di bianco né di nero;

così anche l’essenza della mente è oltre il colore e la forma,

e non può essere macchiata da azioni bianche o nere.

 

L’oscurità di migliaia di eoni non ha il potere

di diminuire la chiarezza cristallina del cuore del sole;

allo stesso modo eoni di samsara non hanno il potere

di velare la chiara luce dell’essenza della mente

 

Benché lo spazio è considerato vuoto

in realtà è inesprimibile.

Benché la mente sia chiamata chiara luce

qualunque definizione è una finzione verbale senza basi.

 

La natura originale della mente è come lo spazio

Pervade e abbraccia ogni cosa sotto il sole.

 

Fermati e stai rilassato in genuina semplicità,

stai quieto e lascia che i suoni riverberino come echi,

mantieni la mente silenziosa e osserva la fine di tutti i mondi.

 

Il corpo è essenzialmente vuoto come lo stelo di una canna,

e la mente, come lo spazio puro, trascende completamente il mondo del pensiero:

rilassati nella tua natura intrinseca, senza né abbandono né controllo.

La mente senza obiettivi è Mahamudra,

e con il perfezionamento della pratica l’illuminazione è raggiunta.

 

La chiara luce di Mahamudra non può essere rivelata

dalle scritture canoniche o dai trattati di metafisica

del Mantravada, delle Paramita o del Tripitaka.

La chiara luce è velata dai concetti e le idee.

 

Ospitando precetti rigidi il vero Samaya è compromesso,

con la cessazione dell’attività mentale tutte le nozioni fisse sono placate;

quando il moto ondoso è tutt’uno con le profondità pacifiche,

quando la mente non si allontana mai dall’indeterminato, la verità non concettuale,

l’ininterrotto Samaya è una lampada accesa nell’oscurità spirituale.

 

Libera da concetti intellettuali, disconoscendo i principi dogmatici,

la verità di ogni scuola e di ogni scrittura è rivelata.

 

Assorto nel Mahamudra, sei libero dalla prigione del samsara;

in Mahamudra la colpa e le negatività sono consumate

e come maestro di Mahamudra tu sei la luce della Dottrina.

 

Il folle nella sua ignoranza disdegnando Mahamudra

Non conosce altro che la lotta nel flusso del samsara.

Abbi compassione di coloro che soffrono di costante ansietà!

Malato d’implacabile dolore e desideroso di sollievo aderisci a un maestro,

perché quando le sue benedizioni toccheranno il tuo cuore la mente sarà liberata.

 

KYE HO! Ascolta con gioia!

 

L’investimento nel samsara è inutile ed è causa di ogni ansietà.

Poiché il coinvolgimento con il mondo è inutile cerca il cuore della realtà!

Nel trascendere le dualità della mente vi è la Visione Suprema;

in una mente calma e silenziosa vi è la Suprema Meditazione,

nella spontaneità la Suprema Attività.

E quando sono morte tutte le speranze e tutte le paure la meta è raggiunta.

 

Oltre tutte le immagini mentali la mente è naturalmente chiara:

non seguire alcun sentiero per seguire il sentiero dei Buddha;

non utilizzare alcuna tecnica per raggiungere la suprema illuminazione.

 

KYE MA! Ascolta con compassione

 

Con l’intuizione del dispiacere della condizione mondana,

comprendendo che nulla può durare, che tutto è un’illusione come un sogno,

illusione senza significato che produce frustrazione e noia,

Girati dall’altra parte e abbandona gli scopi mondani,

 

Recidi il coinvolgimento con la patria e i conoscenti

e medita da solo in ritiro dal mondo,

esisti in uno stato di non meditazione

e ottenendo il non ottenimento ottieni Mahamudra.

 

Un albero diffonde i suoi rami e produce le foglie,

ma quando le radici sono tagliate il fogliame appassisce.

Così anche quando la radice della mente è recisa,

i rami dell’albero del samsara muoiono.

 

Una sola lampada annulla l’oscurità di migliaia di eoni;

allo stesso modo un singolo lampo della chiara luce della mente,

cancella alla radice eoni di condizionamento karmico e cecità spirituale.

 

KYE HO! Ascolta con gioia!

 

La verità oltre la mente non può essere afferrata da nessuna facoltà della mente;

Il significato di non-azione non può essere inteso da un’attività compulsiva;

realizzare il significato di non-azione è al di là della mente,

Taglia la mente alla sua radice e resta nella nuda consapevolezza.

Lascia che le acque fangose dell’attività mentale scompaiano.

 

Evita le proiezioni sia positive sia negative ,

abbandona le apparenze:

il mondo fenomenico, senza aggiunte o sottrazioni, è Mahamudra.

La base non nata onnipresente dissolve impulsi e illusioni.

Non essere presuntuoso o calcolatore, ma riposa nell’essenza non nata

e lascia che tutti i concetti su di te e sull’universo si sciolgano.

 

La più alta visione apre ogni porta,

la più alta meditazione scandaglia profondità infinite,

la più alta attività non è governata tuttavia è decisiva,

e la più alta meta è l’essere ordinario privo di speranza e paura.

 

All’inizio il vostro karma è come un fiume che cade in una gola,

a metà del corso fluisce dolcemente come un meandro del fiume Gange;

e infine, quando il fiume arriva ad unirsi all’oceano,

si dissolve come l’incontro di madre e figlio.

 

Se la mente è pigra e non sei in grado di mettere in pratica queste istruzioni,

mantenendo il respiro essenziale ed espellendo la linfa della consapevolezza,

praticando l’attenzione e metodi per mettere a fuoco la mente

disciplina te stesso sino a dimorare nello stato di totale consapevolezza.

 

Quando servi un karmamudra (una sposa), sorgerà

la pura consapevolezza della beatitudine e del vuoto,

composta da un’unione benedetta di intuizione e di mezzi opportuni,

lentamente scendi e trattieni e porta indietro la bodhicitta,

e conducendola alla fonte, satura l’intero corpo.

(Questi versi riguardano la sessualità tantrica come strumento di salute e sviluppo).

 

Ma, questa consapevolezza si presenta solo se la lussuria e l’attaccamento sono assenti.

Poi guadagnando lunga vita e giovinezza, brillante come la luna,

radiante e chiaro, con la forza di un leone.

 

Potrai guadagnare rapidamente potere mondano e l’illuminazione Suprema.

Possa questa istruzione essenza di Mahamudra

rimanere nel cuore degli esseri fortunati.

 

Commenta questo articolo

comments

FILIPPO FALZONI GALLERANI